Immagine1

Affrontare il disagio, prevenire le dipendenze: la formazione per insegnanti del progetto europeo CHOICE

Partirà lunedì 11 Giugno il corso di formazione per insegnanti previsto dal progetto CHOICE – Empowerment practices for students’ choice against Internet, drugs and gambling addiction, partenariato strategico nel settore dell’Istruzione scolastica della durata di 2 anni, ideato dal TUCEP e finanziato dall’Agenzia Nazionale Polacca a valere sul Programma Erasmus+.

Il progetto si propone di definire e promuovere approcci innovativi nella scuola secondaria per attivare processi di empowerment degli studenti, volti a prevenire e combattere le dipendenze da Internet, droghe e gioco d’azzardo. Le attività progettuali prevedono che gli studenti siano accompagnati in un percorso di apprendimento non formale volto alla creazione di una performance teatrale che darà loro la possibilità sia di conoscere meglio i rischi delle dipendenze sia di attivare un processo di autoconsapevolezza emotiva che faciliterà scelte corrette. Il progetto nasce quindi dall’esigenza di rafforzare nei ragazzi le abilità necessarie per affrontare la vita quotidiana, modificare le attitudini nei confronti dell’uso di sostanze, sviluppare negli adolescenti le competenze e le risorse 
di cui hanno bisogno per resistere alla pressione dei pari e alle influenze sociali, fornire informazioni e conoscenze corrette sulle sostanze e sui loro effetti sulla salute.

Il corso “Affrontare il disagio, prevenire le dipendenze” sarà rivolto a 20 insegnanti delle scuole secondarie italiane con l’obiettivo di definire, condividere ed approfondire approcci, strumenti e metodologie per lo sviluppo di modelli pedagogici innovativi che possano contribuire a rilevare i segnali di disagio o dipendenza di varia natura, ed a rafforzare le sinergie con le istituzioni e le associazioni impegnate nella prevenzione e nel contrasto alle dipendenze.

I modelli pedagogici che il corso si propone di sviluppare, con il supporto dei docenti coinvolti, consentiranno di rafforzare le life skills dei giovani. L’attività didattica verterà quindi sull’introduzione delle life skills all’interno dei programmi educativi, intese come un contenuto indipendente basato sulla dimensione emozionale del curriculum, nuovo elemento nel mondo dell’istruzione: nello specifico l’attività si incentrerà sull’abilità di apprezzare e rispettare gli altri, sull’abilità di creare relazioni positive con la famiglia e gli amici, di ascoltare e comunicare in modo efficace, di fidarsi degli altri e di assumersi le proprie responsabilità.

La formazione supporterà concretamente i docenti nell’introdurre nei curricoli contenuti e strumenti volti a consentire agli studenti l’acquisizione di competenze emotive, attraverso un kit di buone pratiche, approcci e strumenti da valorizzare ed adattare ai diversi contesti.

Il programma della formazione per i docenti sarà incentrato sulla presentazione, l’elaborazione e lo sviluppo delle seguenti tematiche:

  • le life skills ed il loro ruolo nella prevenzione del disagio;
  • la gestione della classe e l’identificazione dei potenziali problemi e misure per il supporto individuale degli studenti;
  • le dipendenze; le alterazioni comportamentali soprattutto nel rapporto con gli altri; le implicazioni legali;
  • la facilitazione, nei ragazzi e negli adulti, della scoperta dei fattori di rischio;
    approcci e strumenti per lo sviluppo delle life skills negli studenti – attività curriculari ed extracurriculari;
  • la diffusione della “cultura della legalità” e di una giusta comprensione della necessità delle “regole” quale presupposto indispensabile per un sano e corretto vivere civile;
  • la dimensione emozionale del curriculum e la formazione/aggiornamento dei docenti;
  • il Teatro come forma interattiva di diversi linguaggi e come strumento  per la mission educativa.

Le metodologia proposta per l’attuazione della formazione dei docenti è il circolo di studio, basato sulla partecipazione attiva, sulla promozione dell’apprendimento cooperativo, sullo scambio tra formatori e docente e tra i docenti stessi. Il circolo di studio sarà guidato da un facilitatore che fornirà ai docenti specifici spunti contenutistici e strumenti per la discussione sullo sviluppo e l’implementazione dei nuovi approcci pedagogici. Questo consentirà ai docenti, protagonisti della didattica insieme agli studenti, di calibrare approcci e strumenti sulla base della loro esperienza e competenza.

Al termine del corso, i docenti avranno rafforzato specifiche competente pedagogiche, quali:

  • lavorare in gruppo nell’ambito della progettazione didattica ed educativa;
  • gestire la classe e identificare potenziali problemi e misure per il supporto individuale degli studenti;
  • identificare e valutare gli indicatori di rischio relativi al fenomeno della dispersione scolastica;
  • sviluppare la dimensione emozionale del curriculum attraverso specifici modelli pedagogici;
  • progettare e gestire approcci e strumenti per lo sviluppo delle life skills negli studenti nell’ambito di attività curriculari ed extracurriculari;
  • promuovere, supportare e facilitare la comunicazione tra i vari attori del sistema scolastico.

 Per richiedere ulteriori informazioni sul progetto e sulla formazione in programma, è possibile contattare il TUCEP ai seguenti recapiti:

Via Martiri 28 Marzo, n. 35
c/o Villa Capitini
06129 Perugia
Tel:
+39 075 5733102 – +39 075 5733188
Fax:
+39 075 5738252
E-mail:
formazione@tucep.org

 

 

Leave a Comment

1 × due =